Il viaggio didattico di UNISG è uno strumento conoscitivo che permette di avvicinarsi in modo originale e unico allo studio e alla conoscenza delle culture gastronomiche nel mondo.



I punti di interesse centrale di tali momenti ruotano attorno al confronto tra opposti: dimensionale e geografico (artigianale e industriale, rurale ed urbano) e produttivo (nuovi trend e metodi di produzione industriale rispetto ai metodi di produzione artigianale tradizionale). Il viaggio didattico vuole mettere in risalto questi opposti che caratterizzano le diverse culture gastronomiche e trasmettere tale consapevolezza agli studenti.


studytrips_graph_1ita


Per farlo, i viaggi si sviluppano attorno alle filiere di produzione, trasformazione, trasporto e consumo attraverso visite frontali, workshop, incontri guidati e degustazioni. Questi momenti didattici si focalizzano sui prodotti, che vengono sempre inseriti nel loro contesto. Durante questi itinerari si vuole riservare la stessa attenzione tanto al piccolo produttore quanto alla produzione su scala industriale.


unisg_study_trips3


Per tali motivi il viaggio si rivela un modo efficace per comprendere la cultura gastronomica di una regione o di un paese, che è sempre frutto di migrazioni, ibridazioni e dinamiche del mercato globale. La dimensione del viaggio integra il percorso di studio svolto in aula, rendendo possibile lo studio delle culture e dei processi alimentari attraverso un’esperienza sul campo, diretta e personale, e rappresenta momento di sintesi fondamentale durante il quale si realizza l’ambizione olistica che caratterizza la visione e l’operato dell’Università di Pollenzo.


unisg_study_trips2


Queste esperienze sono costruite attorno alle comunità locali, che si rafforzano nell’atto di apertura verso i viaggiatori e al tempo stesso arricchiscono gli studenti ospitati con una nuova consapevolezza. È in questo spazio di negoziazione che si sviluppa il progetto di Pollenzo, realizzando forme ibride di turismo e di viaggio che mettono al primo posto l’unicità della cultura tradizionale e riconoscono nel cibo un punto di interesse primario.



Attraverso il progetto dei viaggi didattici,  l’Università contribuisce anche allo sviluppo di nuove forme di collaborazione ed interazione tra ristoratori, produttori, comunità territoriali e leader dei territori ospitanti, promuovendo un modello di cooperazione fra stakeholder su scala internazionale all’insegna del cibo. Obiettivo dell’Università è inoltre quello di dialogare con i principali player del mercato agroalimentare che operano su larga scala e che sono fortemente presenti sui territori visitati.


unisg_study_trips4


Solo in questo modo il viaggio potrà offrire agli studenti la possibilità di sviluppare una visione completa rispetto alle complesse dinamiche economiche, culturali e demografiche che caratterizzano i territori visitati e che sono sempre in costante evoluzione.

Al termine del percorso didattico gli studenti saranno in grado di maturare un’autonoma capacità di analisi dei fenomeni osservati in viaggio e diventano dunque loro stessi promotori e portatori di innovazione e i protagonisti di continui scambi culturali.


unisg_study_trips6


© UNISG Instagrammers’ photo credits: @chandrakunal @dariaratiner @dinamyte @itsnotjustaboutfood @gianlucabitelli @mattgramaglia ©raimondo cusmano ©eleonora mazzolla