Ricerca Accademica

PRIMA

SAFWA – Alternative Biopesticides for SAFe Integrated Pest and WAter Management around Mediterranean

SAFWA mira a rilasciare sul mercato una soluzione innovativa che combina un nuovo biopesticida competitivo a corsi di formazione culturale al fine di ridurre l’inquinamento del suolo e dell’acqua attraverso nuove pratiche agricole.

 

Informazioni preliminari


RESPONSABILE SCIENTIFICO: Michele Filippo Fontefrancesco

ALTRI RICERCATORI UNISG COINVOLTI: Chiara Romano, Elena Fusar Poli

PARTNERSHIP: Centre de Biotechnologie de Sfax (CBS) (Tunisia), Citrus Technical Center (CTA) (Tunisia), MédiS (Tunisia), Institut National des Sciences Appliquées de Toulouse (TBI-INSAT) (Francia), University of Valencia (UVEG) (Spagna), Institue of Agrifood Research and Technology (IRTA) (Spagna), Saint Joseph University (USJ) (Libano), Università degli Studi di Scienze Gastronomiche (Italia), Biyans Biological Products R&D (Turchia), Julius Kühn-Institut (JKI) (Germania), Applied Insect Science GmbH (APIS) (Regno Unito)

DURATA DEL PROGETTO: 36 mesi (giugno 2023 – maggio 2026)

STRUMENTO DI FINANZIAMENTO: Call PRIMA Section 2 Multitopics 2022. Topic: Prevent and reduce land and water salinization and pollution due to agri-food activities

AREA DI RICERCA UNISG PREVALENTE: Percezione e qualità

SDGs:

 

Descrizione


In tutte le moderne colture agricole, il miglioramento della produzione orticola di interesse economico si basa principalmente sul controllo dei parassiti e dei vettori di malattie. L’applicazione dei pesticidi comporta l’uso di sostanze chimiche con proprietà insetticide, fungicide e battericide. Tuttavia, l’espansione della loro applicazione sul campo ha creato seri problemi per la salute umana e degli animali. Inoltre, l’uso eccessivo di pesticidi può penetrare nel suolo e nell’acqua, provocando l’inquinamento dei terreni e delle acque sotterranee e una più ampia perdita di biodiversità. Alcuni dei prodotti attualmente utilizzati per controllare i parassiti sono estremamente tossici e inducono gravi malattie, come il cancro e disturbi del sistema immunitario e nervoso. L’uso attuale dei biocidi nei sistemi di agricoltura convenzionale e/o biologica dovrebbe essere riconsiderato tenendo conto dei loro effetti collaterali sull’ambiente, sugli organismi non bersaglio, sulla salute animale e umana. Tale rischio potenziale può essere ridotto attraverso lo sviluppo, la sperimentazione e la dimostrazione di approcci basati su prodotti sicuri per l’ambiente, la vita e la salute umana.

Il progetto SAFWA mira a rilasciare sul mercato una soluzione innovativa che combina un nuovo biopesticida competitivo a corsi di formazione culturale volti a ridurre l’inquinamento del suolo e dell’acqua attraverso nuove pratiche agricole. Le sfide specifiche di SAFWA sono soddisfare i requisiti del regolamento UE relativo alla registrazione di biopesticidi sicuri e fornire un ambiente in cui la produzione agricola contribuisca a ridurre l’inquinamento dell’acqua e del suolo. L’obiettivo principale di SAFWA è commercializzare una nuova alternativa destinata a ridurre al minimo i rischi associati all’uso di pesticidi. SAFWA si baserà sui risultati del progetto europeo in corso IPM-4-Citrus sia a livello tecnologico che di valutazione del mercato per guidare nuove pratiche colturali per gli agricoltori in 4 unità pilota sperimentali nel Mediterraneo.

 

Sito web


In aggiornamento

 

News dal progetto


Programme journée Prima 05 Mars

 

Pubblicazioni


Fusar Poli, E.; Fontefrancesco, M.F. (2024). Trends in the implementation of biopesticides in the Euro-Mediterranean region : A narrative literary review. Sustainable Earth Reviews Reviews, S2024R/7:14. DOI : 10.1186/s42055-024-00085-8

Fusar Poli, E.; Fontefrancesco, M.F. (2024). Pesticide: A Contemporary Cultural Object. Encyclopedia, 4, 720-734. https://doi.org/10.3390/encyclopedia4020045

 

 

This project is part of the PRIMA programme supported by the European Union