Il corso di Laurea Magistrale in Food Innovation & Management è pensato per la formazione di analisti, manager, consulenti ed esperti, specializzati nella gestione e nell’innovazione nel settore del Food & Beverage, e fornisce una forte conoscenza dei sistemi alimentari e dei processi economici, sociali e culturali legati al cibo.

In questo corso il Food & Beverage è concepito come parte di un sistema più complesso in cui interagiscono imprese, consumatori, istituzioni nazionali e internazionali in diversi contesti culturali.

Il laureato magistrale è per questo formato per analizzare il sistema nella sua complessità, interagendo e confrontandosi con tutti gli attori coinvolti, intercettandone linguaggi, valori e tendenze.

E’ a disposizione una borsa totale per studenti non europei >


Didattica

La struttura del corso ha un forte legame con l’attività di ricerca scientifica ed applicata dell’Università e riflette l’impostazione didattica originale di Pollenzo, che si basa su un approccio interdisciplinare ed esperienziale allo studio delle scienze gastronomiche.

Il percorso formativo si caratterizza per i seguenti elementi innovativi.

  • didattica interattiva: lavori di gruppo, presentazioni, discussioni in aula, analisi di casi studio;
  • conferenze e workshop con produttori, imprenditori, manager delle aziende enogastronomiche e rappresentanti delle istituzioni;
  • viaggi didattici per conoscere le realtà delle imprese agroalimentari e delle istituzioni legate al mondo del food;
  • field project: progetti di consulenza e ricerca applicata per conto di aziende o istituzioni;
  • internship curricolare di 4-6 mesi presso aziende o istituzioni del network dell’Università di Scienze Gastronomiche.

I caratteri distintivi del Corso

Il nuovo corso, alla sua seconda edizione, nasce come naturale evoluzione della Laurea Magistrale in Gestione del Patrimonio Gastronomico e Turistico, introdotta circa dieci anni fa, di cui valorizza il know-how e i risultati formativi raggiunti, aggiornandoli alle tendenze ed alle richieste attuali.

Per muoversi con successo nella complessità del mondo contemporaneo, le competenze esclusivamente gestionali devono essere affiancate da capacità di analisi, di previsione e di innovazione. Ecco perché, a fianco di una vocazione prettamente manageriale, il corso fornisce allo studente strumenti adeguati per esaminare e anticipare i trend socio-economici e culturali, a livello sia locale che globale, e per proporre soluzioni innovative e creative.

Nel mercato del lavoro odierno vengono sempre più apprezzate figure professionali trasversali, capaci di dialogare, lavorare e creare partnership con tutti gli stakeholder coinvolti nel sistema. Sia che lo studente aspiri a lavorare nel settore privato, sia che rivolga la propria attenzione al mondo istituzionale, verrà dotato delle hard e soft skills necessarie per interfacciarsi con entrambe le realtà.

Viaggi didattici nazionali e internazionali, così come visite più brevi sul campo, mettono lo studente a stretto contatto con le realtà delle imprese agroalimentari e delle istituzioni legate al mondo del food. Inoltre, le lezioni frontali in aula sono integrate da attività quotidiane di teamworking, workshop, presentazioni interattive e field project .

I Field project sono progetti applicati di carattere interdisciplinare realizzati da gruppi di studenti sotto la guida di un docente per conto di aziende e/o istituzioni nazionali o internazionali che conferiscono al gruppo di lavoro un formale mandato di analisi e ricerca di soluzioni innovative. Tali progetti, assimilabili nei contenuti a progetti di consulenza  o di ricerca applicata, hanno di norma una durata di cinque mesi e sono sottoposti a un processo strutturato di sviluppo che prevede una verifica periodica dello stato di avanzamento. Al loro completamento sono sottoposti a un processo di valutazione e consentono di conseguire crediti formativi.

Un tirocinio della durata complessiva di un minimo di 250 ore, che può essere svolto a tempo pieno o a tempo parziale, è parte fondante del corso.

Svolto in aziende o istituzioni italiane e estere, solitamente scelte tra quelle con cui UNISG ha rapporti consolidati come i Partner Strategici e Soci Sostenitori, è una opportunità formativa rilevante.

Al fine di rendere maggiormente fruttuoso il tirocinio e facilitare l’inserimento in azienda, l’Università contribuisce economicamente fino ad un massimo di 5 mesi di durata.

La scelta della destinazione viene effettuata attraverso un servizio di placement personalizzato per ciascuno studente a cura del Career Center. Tramite appuntamenti di formazione collettiva in aula e un percorso di orientamento individuale, viene individuato il tirocinio più coerente con gli ambiti disciplinari a cui lo studente è maggiormente interessato e in cui verosimilmente svolgerà il lavoro di tesi.

Interamente tenuto in lingua inglese e aperto indistintamente a italiani e stranieri, il corso immerge gli studenti in un ambiente universitario internazionale (circa il 50% degli iscritti UNISG è straniero) e mira a fornire loro gli strumenti necessari per operare professionalmente in ambienti cross-culturali e globalizzati.

L’approccio interdisciplinare ed esperienziale allo studio delle scienze gastronomiche, base fondante dell’impostazione didattica originale di Pollenzo, caratterizza il percorso di studi che integra materie economiche e gestionali con discipline giuridiche, sociologiche, storiche, del marketing e della comunicazione.

Partendo dai trend attuali e dalle linee guida istituzionali, con particolare riferimento all’Agenda 2030 promossa dalle Nazioni Unite con la definizione dei Sustainable Development Goals, il programma di studi integra in ogni corso proposto gli aspetti legati alla sostenibilità economica, sociale, ambientale e culturale del settore agroalimentare.

Pollenzo è il fulcro di un network consolidato di relazioni istituzionali, imprenditoriali e culturali: qui gli studenti sono parte attiva di progetti di ricerca scientifica ed applicata dell’Università e delle numerose iniziative che animano l’Ateneo, dalle conferenze al confronto con i giovani frequentanti gli altri corsi e il Dottorato di Ricerca in “Ecogastronomia, Formazione e Società”, dai Tea Time Meeting agli eventi delle Tavole Accademiche.


Sbocchi Professionali

La Laurea Magistrale in Food Innovation & Management forma professionisti con una solida preparazione analitica, una conoscenza applicata delle scienze gastronomiche e un’ottima padronanza degli strumenti gestionali.

I principali settori d’impiego dei laureati in Food Innovation & Management sono:

AMBITO IMPRENDITORIALE

  • Imprese di produzione del settore Food & Beverage
  • Distribuzione specializzata in Food & Beverage di alta qualità
  • Grandi catene distributive (GDO)
  • Food Equipment (macchine per la produzione del cibo)
  • Packaging specializzato per il settore Food & Beverage
  • Consulenza strategica
  • Agenzie di comunicazione e marketing

AMBITO ISTITUZIONALE

  • Finanza specializzata
  • Istituzioni pubbliche e organizzazioni internazionali
  • Organizzazioni Non Governative (ONG)
  • Enti di ricerca e Fondazioni
  • Educazione e formazione

I laureati in Food Innovation & Management possono operare in diverse funzioni  aziendali, quali: ricerca, sviluppo e innovazione, marketing & comunicazione, analisi strategica e pianificazione, vendite, ufficio acquisti/buyer e produzione. Possono altresì occuparsi di progettazione, analisi strategica, pianificazione e innovazione nel campo della finanza specializzata, delle organizzazioni non governative, degli enti di ricerca, delle Fondazioni e degli enti di educazione e formazione. Con un perfezionamento postgraduate del proprio curriculum, i laureati possono inoltre ambire a posizioni all’interno delle istituzioni pubbliche e delle organizzazioni internazionali.


Direzione del corso: Prof. Donatella Saccone

Numero massimo di partecipanti ammessi: 40
Frequenza: obbligatoria
Lingua: inglese

Ammissioni
Data di inizio: 31 gennaio 2019
Scadenza prima sessione online: 23 maggio 2019
Scadenza seconda sessione online: 25 luglio 2019

Pubblicazione degli esiti /Graduatoria finale
Primo elenco: 28 maggio 2019
Secondo elenco (graduatoria finale): entro il 30 luglio 2019

Inizio lezioni: 16 settembre 2019


Piano di studi per l’Anno Accademico 2018/19. Gli insegnamenti possono essere soggetti a variazioni. Tutti gli insegnamenti saranno tenuti in lingua inglese. Alcuni insegnamenti si articolano in più moduli.

I ANNO

Preparatory Workshop – 4 CFU

– Sensory Analysis
– Wine Tasting
– Introduction to Food Technology
– Introduction to Quantitative Methods
– Introduction to Economics and Management

Primo Semestre

1. Economics and Development Policy – 6 CFU
2. Sociology and Consumer Behaviour Analysis – 8 CFU
3. Advanced Data Analysis – 6 CFU
4. Ecology and Terroir- 6 CFU

Study Trip (viaggio didattico)

Secondo Semestre

5. Food Industry Management – 9 CFU
6. Advanced Food and Trade Law – 9 CFU
7. Applied Gastronomic Sciences: Food Transformations in Cooking – 6 CFU

Field Project (progetto applicato con aziende/istituzioni) – 8 CFU


II ANNO

Primo Semestre

8. Critical Gastronomy and Communication – 8 CFU
9. Systemic Food Design – 6 CFU
10. Food Culture – 6 CFU

Insegnamenti a scelta tra 2 focus, ciascuno con 2 insegnamenti

FOCUS 1. Innovation, Creativity and Culture of Food

– New Frontiers of Gastronomy – 6 CFU
– Anthropology and Multiculturalism – 6 CFU

FOCUS 2. Entrepreneurship in the Food Industry

– Entrepreneurial Strategy – 6 CFU
– Communication for Food Marketing – 6 CFU

Secondo Semestre

Internship (tirocinio) – 10 CFU

Final Thesis – 16 CFU

Scopri di più >

Il viaggio didattico di UNISG è uno strumento conoscitivo unico, che integra il percorso educativo svolto in aula e rende possibile lo studio delle culture gastronomiche e dei processi alimentari attraverso un’esperienza sul campo, diretta e personale.

Obiettivo di UNISG durante il viaggio didattico è inoltre quello di dialogare con i principali player (produttori, aziende e istituzioni) del mercato agroalimentare che operano su piccola e larga scala e che sono fortemente presenti sui territori visitati, rafforzando i network esistenti e/o creandone di nuovi.

Il primo anno del corso di Laurea Magistrale in Food Innovation and Management, prevede due viaggi territoriali (il primo in Europa, il secondo in Italia), focalizzati alla scoperta di un territorio mediante l’incontro con i diversi stakeholder nazionali e internazionali.

Al termine del percorso didattico gli studenti saranno in grado di maturare un’autonoma capacità di analisi dei fenomeni osservati in viaggio e diventare essi stessi promotori e portatori di innovazione e protagonisti delle molteplici connessioni che il cibo genera nel mercato globale.

La pianificazione del contenuto didattico e della logistica del viaggio è gestita dallo staff del Tutor Office, che accompagnerà anche gli studenti in viaggio.

Maggiori informazioni >

L’importo della retta per l’anno accademico 2018/19 è di € 14.500 per il 1° anno e di € 9.200 per il 2° anno e comprende:

  • tutte le attività didattiche, comprese le conferenze, le degustazioni, i seminari;
  • i libri di testo (volumi, dispense);
  • la partecipazione a tutti gli eventi promossi dall’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche e da Slow Food;
  • copertura sanitaria d’emergenza con polizza assicurativa per studenti non-EU;
  • 4000 crediti caricati sulla tessera della mensa universitaria “Le Tavole Accademiche” (il cui valore corrisponde a 400€) e, per il secondo anno, 2000 crediti caricati sulla tessera della mensa universitaria “Le Tavole Accademiche” (il cui valore corrisponde a 200€);
  • l’accesso ai servizi del Career Center (placement specializzato nel food).

Scarica le disposizioni di pagamento della retta per la Laurea Magistrale  >

Finanziamenti Agevolati & Borse di Studio >

Possono accedere al corso di Laurea Magistrale in Food Innovation & Management:

– i candidati in possesso, o in procinto di ottenere entro la sessione straordinaria dell’a.a. 2017/2018, un titolo di laurea triennale conseguito in Italia, tra quelli indicati nel documento Modalità di Ammissione nella sezione “Conoscenze richieste per l’accesso al Corso di Laurea Magistrale”.

– i candidati in possesso, o in procinto di ottenere un titolo di laurea triennale conseguito fuori dall’ordinamento italiano in un paese appartenente o comunque equiparato all’Unione Europea, e compatibile con un titolo tra quelli indicati nel documento  Modalità di Ammissione nella sezione “Conoscenze richieste per l’accesso al Corso di Laurea Magistrale” valido per l’ammissione ad una Università italiana.

– i candidati in possesso, o in procinto di ottenere, un titolo di laurea triennale conseguito fuori dall’ordinamento italiano in un paese non appartenente o comunque non equiparato all’Unione Europea, e compatibile con un titolo tra quelli indicati nel documento Modalità di Ammissione nella sezione “Conoscenze richieste per l’accesso al Corso di Laurea Magistrale” valido per l’ammissione ad una Università italiana (o in procinto di conseguirlo).

I candidati devono possedere le competenze linguistiche adeguate per poter seguire il corso interamente erogato in lingua inglese.

Gli studenti in possesso della laurea di I livello in Scienze e Culture Gastronomiche conseguita presso l’Ateneo di Pollenzo, potranno procedere direttamente all’iscrizione al Corso di Laurea Magistrale.


Per ulteriori dettagli si rimanda alle Modalità di Ammissione >

L’iscrizione al corso di Laurea Magistrale in Food Innovation & Management prevede il superamento dei seguenti passaggi:

  • la registrazione dei dati anagrafici sul portale UNISG;
  • il caricamento del dossier;
  • lo svolgimento di una prova scritta analitica online;
  • un colloquio online.

Maggiori informazioni >

Il Career Center lavora a stretto contatto con gli studenti per facilitare l’importante transizione dall’Università al contesto lavorativo.

Durante il percorso universitario, il Career Center assiste gli studenti nello sviluppo di un progetto di carriera personalizzato attraverso il programma “Cultivating your Career” basato su workshop collettivi e sessioni di coaching individuale.

Attraverso la Career Fair e la pagina web career.unisg.it  il Career Center facilita la comprensione dei diversi settori professionali e la ricerca di posizioni lavorative o di stage  per  cominciare o continuare la propria carriera.

L’ufficio svolge anche un continuo lavoro di monitoraggio e accompagnamento degli studenti post laurea, favorendo l’incontro tra vecchi e nuovi gastronomi e contribuendo alla costruzione di una salda rete di contatti professionali.

Maggiori informazioni >


Per ulteriori informazioni > segreteria@unisg.it