“La guerra mette a rischio anche la biodiversità, il patrimonio gastronomico tradizionale e la culture locali” La ricerca sul campo e il progetto dell’Atlante dei Prodotti dell’Ucraina condotto dall’UNISG  nelle parole del prof. Andrea Pieroni
Approfondimenti

“La guerra mette a rischio anche la biodiversità, il patrimonio gastronomico tradizionale e la culture locali” La ricerca sul campo e il progetto dell’Atlante dei Prodotti dell’Ucraina condotto dall’UNISG nelle parole del prof. Andrea Pieroni

La tragedia della guerra in Ucraina, oltre a causare morte e distruzione generale, riguarda anche la perdita dello straordinario patrimonio di saperi tradizionali e prodotti che sono parte fondante della cultura del cibo di quella terra. L’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e l’Università Ca’ Foscari di Venezia sono partner nel progetto europeo “ERC DiGe … …read more

I dazi doganali USA, cosa sono e perché gli Americani ce l’hanno con l’Europa?
Approfondimenti

I dazi doganali USA, cosa sono e perché gli Americani ce l’hanno con l’Europa?

https://youtu.be/3wEZDB-wz8k I dazi che potrebbero essere imposti dagli Stati Uniti anche sui prodotti agroalimentari europei nella misura del 100% sono l’argomento del momento. Ma perché gli Americani ce l’hanno con l’Europa? E cosa sono i dazi? Quale futuro ci aspetta? Ce lo spiega il Prof. Michele Antonio Fino, Convenor del nostro Master in Wine Culture … …read more

Food Industry Monitor: Saperi tradizionali, creatività e innovazione nell’industria alimentare italiana
Approfondimenti

Food Industry Monitor: Saperi tradizionali, creatività e innovazione nell’industria alimentare italiana

A partire dal 2015, e su iniziativa dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, è stato sviluppato un progetto di ricerca innovativo: il Food Industry Monitor. Si tratta di un Osservatorio che si focalizza sull’analisi delle performance delle aziende italiane del settore agroalimentare, promosso grazie al supporto del gruppo Ceresio Investors e al coinvolgimento dei docenti … …read more

Se è latte, dev’essere munto
Approfondimenti

Se è latte, dev’essere munto

In un articolo a metà tra informazione e costume, La Repubblica ci informa, ieri, che gli Italiani amano sempre il latte ma prodotto da animali diversi dalle vacche e, soprattutto, di origine vegetale…

Quanto importante è il respiro del vino?
Approfondimenti

Quanto importante è il respiro del vino?

Luigi Moio, ordinario di Enologia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II si racconta e ci racconta il suo ultimo libro “Il respiro del vino” edito da Mondadori…

Instock – Food Rescuers
Approfondimenti

Instock – Food Rescuers

E se la fine di una catena alimentare si trasformasse nell’inizio di una rivoluzione? Lo ha pensato Instock, che in collaborazione con i supermercati Albert Heijn e altri produttori, sta trasformando gli scarti alimentari in una risorsa utile…

Panini d’Italia. L’identità italiana tra due fette di pane
Approfondimenti

Panini d’Italia. L’identità italiana tra due fette di pane

Il panino diventa sempre più gourmet e slow, ma le grandi catene di fast food continuano a resistere e guadagnare, anche se manifestano il bisogno di creare collaborazioni con realtà artigianali per comunicare qualcosa di diverso…

#FoodPeople – Per chi ha fame di innovazione
Approfondimenti

#FoodPeople – Per chi ha fame di innovazione

“Non ho tempo”, ci si ripete spesso; senza accorgersi di quanto queste tre brevi parole messe assieme influenzino il nostro stile di vita. Così compriamo buste, latte, confezioni in plastica sempre pronte all’uso, basta aprirle e consumare il contenuto – poco saporito – o lasciarlo in pentola per pochi minuti. In un batter d’occhio il cibo è lì, cotto, grazie a una manopolina da girare che accende il fuoco e fa la magia. Se qualcosa avanza, è sufficiente stipare tutto in frigo, ancora meglio nel congelatore, così si conserva più a lungo…