Eventi

Giochi di Luci e Ombre

La condivisione è il ponte che annulla l’isolamento, un terreno fertile per la crescita personale e l’educazione all’accoglienza.

“Giochi di Luci e Ombre”, spettacolo teatrale di attori-nonattori, è il compimento di un percorso fra gli studenti dell’Università Milano Bicocca e alcune delle persone detenute nel carcere di Opera. Dal 2013 Alberto Giasanti, professore di Sociologia del diritto, svolge all’interno del teatro del carcere il modulo sulla mediazione dei conflitti, un corso istituzionale della Laurea Magistrale in “Programmazione e Gestione delle politiche dei servizi sociali”.

Il progetto, seguito da circa sessanta fra persone detenute e studenti, prevede la formazione di gruppi misti di lavoro in cui annullare le differenze e affrontare inizialmente la mediazione con se stessi, con il proprio doppio. Al termine del primo anno i testi prodotti sono stati raccolti nel libro “Università@Carcere”, in cui il capitolo “Giochi di Luci e Ombre” contiene il lavoro di parte del gruppo composto da studenti e persone detenute che hanno partecipato in anni differenti al corso e che hanno scelto di mettere in scena i propri scritti, dando vita a un nuovo progetto in continua evoluzione.

L’esperienza maturata nel corso si sviluppa  nell’omonimo spettacolo, in cui ognuno racconta con generosità uno spaccato della propria individualità, mentre le ombre alle spalle dell’oratore disegnano i passaggi controversi che siamo portati a oscurare, creando un sincero coinvolgimento.


Scopri il Programma completo del Migranti Film Festival >


Lascia un commento