Gianpaolo Fassino

Coordinamento del Progetto “Granai della Memoria”

Tel. + 39 0172 458 569
Fax + 39 0172 458 550
Email: g.fassino@unisg.it
Web site: www.granaidellamemoria.it

Università degli Studi di Scienze Gastronomiche
Piazza Vittorio Emanuele, 9
fraz. Pollenzo – 12042 Bra (Cn)


Biografia

Gianpaolo Fassino (Chieri, 1974) si è laureato all’Università degli Studi di Torino in Materie letterarie con una tesi in antropologia culturale. Successivamente ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Storia: culture e strutture delle aree di frontiera presso l’Università degli Studi di Udine. Dal giugno 2012 è assegnista di ricerca all’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo-Bra dove si occupa in particolare dello sviluppo del progetto dei “Granai della Memoria”. È anche cultore della materia presso la cattedra di Etnologia dell’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” (Dipartimento di Studi Umanistici), dove collabora all’“Atlante delle Feste Popolari del Piemonte”, progetto di schedatura della cerimonialità festiva piemontese sviluppato in sinergia fra l’Unipmn e l’Unisg.

È membro dell’Aisea-Associazione Italiana per le Scienze Etno-Antropologiche, dell’Aiquav-Associazione Italiana per gli studi sulla Qualità della Vita, del Centro Studi Piemontesi e di alcune società di studi storico-territoriali fra cui la Società per gli Studi Storici, Archeologici e Artistici della Provincia di Cuneo. Collabora assiduamente con i “Quaderni di Muscandia”. È autore di numerose pubblicazioni in particolare nei settori dell’etnografia, dell’antropologia storica, della storia delle discipline demo-etno-antropologiche e della storia culturale del Piemonte. Giornalista pubblicista, dal 1998 è iscritto all’albo pubblicisti dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti-sezione Piemonte.

 

Macro Aree di Ricerca
  • Antropologia culturale, antropologia storica, antropologia e alimentazione.
  • Progetto “Granai delle Memoria”.
  • Progetto “AFPP-Atlante delle Feste Popolari del Piemonte”.
  • Storia delle discipline demo-etno-antropologiche.
  • Osservazione, schedatura, archiviazione in banche dati ed analisi di strutture rituali e analisi di feste e cerimonie che scandiscono il tempo della tradizione.