Ugo Alciati “torna” a Pollenzo!

DSC_9477-980x400-630x350

Ugo Alciati ha con Pollenzo un legame strettissimo: dove oggi ci sono le Tavole Accademiche, la nostra mensa universitaria, una volta vi erano proprio le cucine di Guido. Ancora una volta abbiamo l’esempio di una famiglia storica, che fa da capostipite di una cucina regionale italiana: quella piemontese.

La storia della famiglia Alciati ha inizio a Costigliole d’Asti nel 1960, quando Guido e Lidia, i genitori di Ugo, aprirono un ristorante nuovo e innovativo, con l’obiettivo di dare un’impronta diversa alla cucina piemontese. Il successo non tardò ad arrivare e anche i figli seguirono le orme dei genitori. Ora Ugo, chef stellato con esperienza e talento riconosciuti a livello internazionale, rappresenta una delle eccellenze italiane nel mondo. I piatti iconici della tradizione materna, come i famosi agnolotti, sono collegati indissolubilmente al nome del ristorante “Guido”. Le traiettorie di Ugo sono specificamente piemontesi, pur essendo di respiro internazionale: Costigliole, Pollenzo, Torino, Serralunga d’Alba.

Oggi, nella Tenuta di Fontanafredda, Ugo porta avanti una cucina profondamente legata ai prodotti del territorio, ma ricca di tecniche e idee più moderne che tradizionali.