Tradizione e famiglia: alle Tavole Accademiche i gusti ed i sapori della Locanda Solagna

Sapori e ricette delle Terre Bellunesi sapientemente orchestrati Da Andrea Riboni


Da Lunedì 20 a mercoledì 22 novembre le Tavole Accademiche apriranno le porte ad Andrea Riboni, ex-studente della Laurea Triennale in Scienze Gastronomiche, ed alla sua Locanda Solagna: sin dal 1956 punto di riferimento per la gastronomia della tradizione belleunese, da anni tra le chiocciolate delle Osterie d’Italia Slow Food.

Andrea Riboni, Pollenzo e la Locanda Solagna sono una tra le tante storie che nascono, crescono, si moltiplicano facendosi forza reciprocamente in questo piccolo angolo di Piemonte.

Da innovatore a restauratore di un panorama gustativo che il termine “Locanda” porta con sé, qualcosa di antico, di profondo che  l’Italia può serenamente vantarsi di aver creato, che affonda le sue radici nel termine latino “locanda”, da affittare.

La locanda Solagna, appunto, dove una cucina semplicissima, per soli sei tavoli a sedere, fatta al momento e realizzata con prodotti del territorio si combina con le 8 stanze da letto dove poter riposare. Il punto di ristoro ideale per il commesso viaggiatore nel piccolo paese di Vas  alle pendici delle Alpi Bellunesi.

A Pollenzo il menù vede avvicendarsi di giorno in giorno le tradizioni tipiche del territorio bellunese. Il lunedì si propone lasagna con radicchio di Treviso, tagliatelle di orzo delle Dolomiti bellunesi e ragout vegetariano con broccoli e cime di rapa e zucca santa bellunese,  schiz (formaggio fresco tipico) e polenta di mais sponcio (varietà tipica della Val Belluna).

I tanti tipi di fagioli bellunesi saranno i protagonisti del martedì. Dalla crema di fagioli Gialet con filetto di trota, ai ravioli con farcitura di fagioli Ballarossa su crema di formaggio Piave, fino all’insalata di autunno con le varietali di Lamon (paesino del bellunese)

In ultima battuta il mercoledì si prevede  zuppa d’orzo delle valli bellunesi, bigoli con ragù di anatra  ed il pastin  (una specie di hamburger) con verza stufata, formaggio erborinato di capra e radicchio di Treviso crudo in farcitura.

Pollenzo – Vas andata,  ritorno e di nuovo andata. Rivive così la ricchezza ed il frutto di quella rete, il continuo ordire le maglie che non accenna ad affievolirsi in intensità.


Maggiori informazioni sulle Tavole Accademiche >


mensa5


© Instagram photo credits: @alfdelforno  @chelscall  @dariaratiner  @efifield94 @eleninii  @gianlucabitelli @itsnotjustaboutfood  @michalevit  ©Marcello Marengo