Si parte alla scoperta dell’enogastronomia italiana!

strada

Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna e Toscana sono le destinazioni dei viaggi tematici territoriali che, da oggi al 9 maggio, coinvolgono 61 studenti del secondo anno della triennale, suddivisi in nove gruppi, provenienti oltre che dall’Italia, da Canada, Ghana, Svizzera, Belgio, Germania, USA, Argentina, Malta, Brasile, Ungheria, Mauritania, Francia.

Si andrà alla scoperta delle produzioni animali e vegetali di qualità, alternando l’incontro con i produttori, molti dei quali responsabili di Presìdi Slow Food, visite sul campo, in azienda e tra i filari, e momenti di degustazione.

In particolare, gli itinerari prenderanno in esame l’Appennino tosco-emiliano con l’allevamento di vacca bianca modenese, i caseifici di Parmigiano Reggiano e le tradizionali acetaie. In Lombardia un gruppo di studenti seguirà un percorso didattico all’insegna della biodinamica, visitando i campi e le produzioni agricole di alcune aziende del territorio; i Presidi del bitto storico e del violino di capra, le coltivazioni dei cereali alpini tradizionali come il grano saraceno, la segale e l’orzo accompagneranno la visita degli studenti in Valtellina. Progetti di riqualificazione urbana, ristoranti con orto e cascine multifunzionali faranno riscoprire la città di Milano.

In Piemonte i vitigni gavi, timorasso, grignolino e barbera saranno il filo conduttore per scoprire metodi di coltivazione e cantine dell’Alessandrino, Astigiano, Tortonese; il Monregalese racconterà il vino Dolcetto, le paste di meliga ma anche la stagionatura dei formaggi e l’allevamento ittico con le acque del fiume Pesio; l’itinerario che unisce Roccaverano, Cossano Belbo, Cortemilia avrà come protagonisti la robiola ma anche la coltivazione e la trasformazione della nocciola e la tradizione dell’arte molitoria. Il corso dei fiumi Vara e Aveto, in Liguria, farà da cornice all’incontro con i produttori di erbe aromatiche, i raccoglitori di funghi e gli allevatori del Presidio della razza bovina autoctona cabannina.