Corsi a Colorno

L’Università di Scienze Gastronomiche inaugura le attività della sede di Colorno

Colorno, 16-11-2004. “L’Università di Scienze
Gastronomiche ha la necessità di operare al di fuori di un ambito
strettamente accademico, per dare la possibilità anche agli operatori e
agli appassionati di avvicinarsi alla gastronomia come ad una scienza
del buon vivere” così Carlo Petrini, presidente e fondatore di
Slow Food, annuncia l’inizio delle attività della sede emiliana
dell’Università di Scienze Gastronomiche. “E grazie alla Regione
Emilia-Romagna possiamo a buon diritto inaugurare la sede di Colorno
con un Master, specialistico per laureati, e una serie di corsi brevi
per l’approfondimento di temi a noi molto cari, dall’analisi sensoriale
al giornalismo enogastronomico”.
Sono giˆ aperte le pre-iscrizioni al Master post-lauream in “Scienze Gastronomiche e Prodotti di Qualità”,
le cui lezioni inizieranno il 28 febbraio prossimo, e, a partire
dalla prossima primavera, è in programma una serie di Corsi Brevi di
Alta Formazione che avranno una durata massima di 150 ore.
Il Master in “Scienze Gastronomiche e Prodotti di Qualità” si rivolge a
chi, dopo la laurea e attraverso un percorso di formazione intensiva,
desidera coniugare le proprie competenze con l’interesse per
l’enogastronomia. Il programma del Master, destinato a 25 partecipanti,
si sviluppa su 12 mesi in cui le lezioni teoriche supportano una serie
di viaggi studio per conoscere i prodotti alimentari di qualità
italiani ed europei. Il Master si rivolge a studenti provenienti da
tutto il mondo: i corsi principali si svolgono in italiano e sono
integrati da seminari tenuti da professionisti del settore provenienti
da diversi Paesi.
I Corsi Brevi di Alta Formazione si rivolgono ai professionisti
e agli appassionati del settore che desiderano consolidare o
approfondire le proprie conoscenze. I corsi in programma per il 2005
sono 7: l’Analisi Sensoriale e il Turismo Enogastronomico (partenza ad aprile); le Risorse Ittiche, il Formaggio e il Design degli Odori (in collaborazione con l’Istituto Europeo di Design di Milano), previsti per maggio; la Conoscenza e Degustazione del Vino e la Teoria e Pratica del Giornalismo Enogastronomico, previsti per settembre 2005.
Tutti i corsi hanno un orientamento spiccatamente operativo e la loro
struttura è pensata appositamente per potersi coniugare con le esigenze
di coloro che sono giˆ inseriti nel mondo del lavoro.
“La scelta di aprire l’Università di Scienze Gastronomiche sia a
studenti giˆ laureati, e dunque con una maggiore specializzazione, sia
ai professionisti del settore rientra appieno nella nostra missione di
ente erogatore di formazione su più livelli” sostiene Alberto Capatti,
coordinatore didattico dell’Ateneo, “è previsto inoltre che i corsi si
svolgano in parte al di fuori della sede di Colorno, a Milano piuttosto
che a Genova, per avvicinare maggiormente l’Università ai futuri
studenti”.

-> Torna all’ elenco dei comunicati stampa