Carlo Petrini presenta il Programma delle Tavole Accademiche 2014

chef 2014 UNISG

Il rettore Piercarlo Grimaldi, insieme al presidente dell’Università Carlo Petrini, al prof. Nicola Perullo e al responsabile della guida Osterie d’Italia edita da Slow Food, Eugenio Signoroni, affiancati dal giovane chef stellato Ernesto Iaccarino, hanno presentato martedì 28 gennaio alla platea degli studenti dell’UNISG, il calendario delle Tavole Accademiche 2014.

Continua l’avventura internazionale anche quest’anno, con molti nomi noti e di prestigio, insieme a figure innovative della gastronomia mondiale: al tempo stesso grande attenzione è stata riservata agli alfieri della cucina tradizionale piemontese e regionale italiana.

Ecco la rosa degli chef ospiti, che come consuetudine andranno ad affiancarsi alla brigata dei cuochi UNISG, ormai rodata da un anno di attività.

Dal Piemonte saranno in cucina:

Enrico Crippa (tre stelle Michelin) di Piazza Duomo, Alba (CN), Marco Sacco (due stelle Michelin) del Piccolo Lago, Verbania (VB), Pietro Vergano e Andrea Gherra de Il Consorzio (Torino), Maurizio della Piana de L’Arco, Alba (CN), Ugo Alciati (una stella Michelin) Guido di Serralunga d’Alba (CN).

Dalle varie regioni italiane:

Antonello Colonna (una stella Michelin) dell’Open Colonna, Roma, Cesare Battisti del Ratanà, Milano, Massimo Bottura (tre stelle Michelin) dell’Osteria Francescsana, Modena, Flavio Costa (una stella Michelin) dell’All’Arco Antico, Albissola (SV), Riccardo De Pra (una stella Michelin) del Dolada, Pieve D’Alpago (BL), Gennaro Esposito (due stelle Michelin) del Torre del Saracino, Vico Equense (NA), Massimo Spigaroli (una stella Michelin) dell’Antica Corte Pallavicina, Parma, Mauro Uliassi (due stelle Michelin) di Uliassi, Senigallia (AN), Herbert Hintner (una stella Michelin) del Zur Rose, Appiano (BZ), Carlo Cracco (due stelle Michelin) del Cracco di Milano, Ernesto Iaccarino (due stelle Michelin) del Don Alfonso, Sant’Agata sui due Due Golfi (Na).

Dal resto del mondo:

Regina Tchelly da Rio De Janeiro (Brasile), Michele Lombardi dall’Harry’s Bar di Londra (Gran Bretagna), Michel Bras (tre stelle Michelin) del Bras, Laguiole, (Francia), Musa Dagdeviren del Çiya,ì di Istanbul (Turchia), Michael Hoffman (una stella Michelin) del Margaux, di Berlino (Germania), Altin Prenga del Mrizi i Zanave di Lezhe (Albania), Giovanni Passerini del Rino, di Parigi (Francia).