Il Mentoring si definisce come quell’attività tramite cui il mentore condivide con un’altra persona (in questo contesto specifico: uno studente) le proprie conoscenze ed esperienze con l’obiettivo di promuoverne lo sviluppo nelle dimensioni personale e professionale. Si caratterizza necessariamente per essere un rapporto uno-a-uno che si colloca temporalmente in un periodo di transizione della vita dello studente, quale può essere la frequenza di un corso di laurea.

L’obiettivo generale del Mentoring è la raccolta dei bisogni relativi all’area personale dello studente e il raccordo con le diverse realtà presenti nell’Università, svolgendo un’azione di:

  • accoglienza della sua unicità e individualità, ponendosi come punto di riferimento per lo studente fin dal suo ingresso in Università;
  • ascolto della sua storia di vita e di studente, aiutandolo e responsabilizzandolo, nei limite del possibile e del proprio ruolo, a trovare un equilibrio di fronte a eventuali difficoltà e problemi;
  • accompagnamento dello studente nella scoperta dei propri interessi e delle proprie potenzialità.

Nello specifico, il Mentoring dell’Università di Scienze Gastronomiche si configura come servizio allo studente sulle seguenti dimensioni della vita universitaria e oltre:

  • carriera accademica: revisione metodo di studio, monitoraggio piano di studi e rendimento, supporto definizione tesi di laurea, ampliamento dei contatti con docenti e esperti per approfondimenti, etc.
  • orientamento ai servizi: es. accesso e funzionamento dei servizi, accesso ad attività extradidattiche, informazioni su materiale di testo e regolamento accademico, etc.
  • interessi e carriera lavorativa: es. analisi delle motivazioni e degli interessi, raccordo con il Career Office per orientamento e definizione del percorso di carriera, etc.
  • personale: es. orientamento e supporto su problematiche individuali, accesso ai servizi pubblici e privati del territorio, etc.