La Scuola di Cucina di Pollenzo, ideata dall’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche in collaborazione con Slow Food, propone due Master di Cucina Slow: un Master in Cucina Popolare Italiana di Qualità e un Master in the Slow Art of Italian Cuisine. I corsi della durata di un anno ciascuno, hanno simile struttura e percorso formativo e si differenzieranno per la lingua di insegnamento ed il momento di inizio:

  • settembre 2015: corso in lingua italiana
  • gennaio 2016: corso in lingua inglese

 

Ogni corso ospita fino ad un massimo di 20 studenti e si svolge nella Corte Albertina di Pollenzo, adiacente alle due strutture dell’Università; gli studenti della Scuola di Cucina potranno formarsi in un ambiente unico, a stretto contatto con studenti dei corsi di Laurea, dei Master e dell’Alto Apprendistato che provengono da tutto il mondo; potranno partecipare a incontri, conferenze, eventi aperti agli altri studenti.

Il corso propone un modello didattico originale e innovativo, che mette al centro la Cucina come passione, condivisione e piacere. La sua finalità è di aiutare chi vuole intraprendere, o sta iniziando, questa professione, ad acquisire conoscenze in diversi ambiti del sapere, sia scientifico che umanistico, oggi sempre più necessarie, nonché a confrontarsi con diverse realtà ristorative.

Il corso prevede alternanza tra lezioni in sede a Pollenzo ed esperienze di tirocinio formativo in Osterie e Ristoranti, secondo il seguente schema: due mesi a Pollenzo, tre mesi in un’osteria selezionata dalla guida Osterie d’Italia di Slow Food Editore, due mesi a Pollenzo, tre mesi in un ristorante italiano, 1 mese a Pollenzo. Questo schema permette allo studente, sotto la guida degli chef Unisg, di condividere le esperienze, i piatti, le ricette sperimentate nelle osterie e nei ristoranti.

  • L’interazione tra lezioni frontali e pratiche sarà costante e facilitata dallo spazio della Corte Albertina, che prevede la cucina integrata con l’aula didattica.
  • I viaggi didattici, caratteristica di tutti i corsi dell’Università, sono parte integrante del corso di cucina slow.
  • Il focus del percorso formativo non è solo l’acquisizione delle tecniche di cucina, che verranno affrontate durante le lezioni pratiche, ma la conoscenza dei prodotti e la loro filiera.
  • Il corso è arricchito da numerose testimonianze di produttori e lezioni pratiche di esperti quali visiting professor, degustatori, cuochi che da anni collaborano con l’Università e Slow Food.
  • Il corso permette infine la possibilità unica di vivere le Tavole Accademiche, la mensa sostenibile dell’Università, attraverso i pranzi e gli incontri con gli chef ospiti.

 

I corsi di Cucina Slow rilasciano un diploma di Master di primo livello con 60 CFU ai laureati o un attestato di frequenza e un certificato del bilancio delle competenze acquisite agli altri partecipanti.

 

Osterie e Ristoranti

Osterie e ristoranti che al momento hanno dato la disponibilità a tenere lezioni presso la Scuola, a ospitare gli studenti durante il periodo di tirocinio formativo o i viaggi didattici:

 

Osterie chiocciolate Slow Food e Ristoranti:

*21.9 – Albissola (Sv) – Liguria

Al Becco della Civetta – Castelmezzano (Pz) – Basilicata

Al Convento – Cetara (Sa) – Campania

Al Gambero Rosso – Bagno di Romagna (Fc) – Emilia Romagna

*Amerigo dal 1934 – Savigno (Bo) – Emilia Romagna

Andrea – Palazzolo Acreide (Sr) – Sicilia

Angiolina – Pisciotta (Sa) – Campania

*Antica Corte Pallavicina – Polesine Parmense (Pr) – Emilia Romagna

Antica Fattoria del Grottaione – Montenero D’Orcia (Gr) – Toscana

Antiche Sere – Torino – Piemonte                          

Antichi Sapori – Andria (Bt) – Puglia     

Armanda – Castelnuovo Magra – Liguria                                             

Boccondivino – Bra (Cn) – Piemonte

Caffè La Crepa – Isola Dovarese (Cr) – Lombardia

Calabrialcubo – Nocera Terinese (Cz) – Calabria              

Chalet Galileo – Civitanova Marche (Mc) – Marche

Cibreo  – Firenze – Toscana

Consorzio – Torino – Piemonte

Corona di Ferro ex San Bernardo – Saluzzo – Piemonte

Da Casetta – Borgio Verezzi (Sv) – Liguria                            

Da Cesare – Monteverde Nuovo (Rm) – Lazio   

Da Doro – Solagna (Vi) – Veneto                             

Da Paeto – Pianiga (Ve) – Veneto

***Dal Pescatore Santini – Canneto sull’Oglio (Mn) – Lombardia

Dentro le mura – Termoli (Cb) – Molise              

Devetak – Savogna d’Isonzo (Go) – Friuli Venezia Giulia

Di Pietro – Melito Irpino (Av) – Campania

Dispensa Pani e Vini – Torbiato di Adro (Bs) – Lombardia

*Dolada – Pieve d’Alpago (Bl) – Veneto

Don Abbondio – Forlì – Emilia Romagna

**Don Alfonso 1890 – Sant’Agata sui due Golfi (Na) – Campania

Entrà – Finale Emilia (Mo) – Emilia Romagna

Falsopepe – Massafra (Ta) – Puglia

Gli Scacchi – Caserta – Campania

*Guido Ristorante – Serralunga d’Alba (Cn) – Piemonte

Hostaria del Vicolo – Sciacca (Ag) – Sicilia

Hostaria Viola – Castiglione delle Stiviere (Mn) – Lombardia

Il canto del Maggio – Terranuova Bracciolini (Ar) – Toscana

I Due Buoi – Alessandria – Piemonte

Il Gabbiano – Corte de’ Cortesi con Cignone (Cr) – Lombardia

*Il Povero Diavolo – Torriana (Rn) – Emilia Romagna                                   

Il Vecchio Castagno – Serrastretta (Cz) – Calabria

L’Birichin – Torino – Piemonte

La Brinca – Ne (Ge) – Liguria                                                    

La Campanara – Galeata Pianetto (Fc) – Emilia Romagna            

La Coccinella – Serravalle Langhe (Cn) – Piemonte

La Polledrara – Paliano (Fr) – Lazio

Lago Scuro – Stagno Lombardo (Cr) – Lombardia

Laghi – Campogalliano – Emilia Romagna

La Lumera – Perugia – Umbria  

La Madia – Brione (Bs) – Lombardia      

La Ragnatela – Mirano (Ve) – Veneto    

La Taverna di Fra Fiusc – Moncalieri (To) – Piemonte

Le Caselle – San Giacomo delle Segnate (Mn) – Lombardia

Le Lumìe – Marsala (Tp) – Sicilia

Locanda delle Grazie – Curtatone (Mn) – Lombardia

Locanda Solagna – Vas (Bl) – Veneto

L’Oste della Bon’Ora – Grottaferrata – Lazio

Lo Stuzzichino – Massa Lubrense (Na) – Campania

Madonnetta – Marostica (Vi) – Veneto

Magiargè – Bordighera (Im) – Liguria     

Mangiando Mangiando – Greve in Chianti (Fi) – Toscana

**Miramonti l’altro – Concesio (Bs) – Lombardia

* Open Colonna – Roma – Lazio

Osteria dell’Arco – Alba – Piemonte

Osteria della Pace – Sambuco (Cn) – Piemonte

Osteria della Villetta – Palazzolo sull’Oglio (Bs) – Lombardia

Osteria del Teatro – Cortona (Ar) – Toscana

Osteria Roma – Cuneo – Piemonte

Osteria Storica Morelli – Pergine Valsugana (Tn) – Trentino

Perbacco – Pisciotta (Sa) – Campania

**Piccolo Lago – Verbania (Vb) – Piemonte

Pironetomosca – Castelfranco Veneto (Tv) – Veneto

Ratanà – Milano – Lombardia

Real Castello di Verduno – Verduno (Cn) – Piemonte

Ristorante Pinocchio – Borgomanero (No) – Piemonte

Rosso Rubino – Dronero (Cn) – Piemonte

Sora Maria e Arcangelo – Olevano Romano (Rm) – Lazio

Stella – Perugia – Umbria

U Giancu – Rapallo (Ge) – Liguria

Tredici Gradi – Viterbo – Lazio

*Villa Maiella – Guadiagrele (Ch) – Abruzzo

Visconti – Ambivere (Bg) – Lombardia

Vultaggio – Trapani – Sicilia

Zenobi – Colonnella (Te) – Abruzzo