header_cucinapopolare

struttura_cucinapopolare


Il corso propone un modo innovativo di fare cucina, basato sulla conoscenza dei prodotti della tradizione italiana e sulla filosofia Slow Food.

Lezioni pratiche, discipline scientifiche e umanistiche, incontri con noti chef, seminari con produttori, viaggi didattici e tirocini in osterie Slow Food e ristoranti si alternano durante tutto l’anno.

Questo corso mette al centro la cucina come passione, condivisione e piacere, gli studenti del corso si formano in un ambiente unico, a stretto contatto con gli studenti dei corsi di laurea, dei Master e dell’Alto Apprendistato che provengono da tutto il mondo e possono partecipare ai vari incontri, conferenze ed eventi organizzati dall’Università.


Numero massimo di partecipanti: 20
Frequenza obbligatoria
Inizio: 28 settembre 2016

Anche se il processo di preiscrizione si è chiuso l’8 luglio 2016, alcuni posti sono ancora disponibili; chi è interessato può scrivere a [email protected]


Il corso prevede:

  • circa 500 ore di lezione a Pollenzo, delle quali la maggior parte dedicata ai prodotti e almeno la metà svolte in laboratorio/cucina
  • l’interazione continua tra lezioni frontali e lezioni pratiche, facilitata dallo spazio della Scuola di Cucina che vede l’aula didattica, l’aula pratica e la cucina nello stesso ambiente
  • l’acquisizione non solo delle tecniche di cucina, che verranno affrontate durante le lezioni pratiche, ma anche e soprattutto la conoscenza delle materie prime e della loro filiera.
  • la testimonianza di produttori, degustatori, cuochi che da anni collaborano con l’Università e Slow Food.
  • l’alternanza tra lezioni in sede a Pollenzo ed esperienze di tirocinio formativo in Osterie Slow Food e Ristoranti.

Questo schema permette allo studente, sotto la guida degli chef UNISG, di condividere le esperienze, i piatti e le ricette sperimentate nelle osterie e nei ristoranti.

Materie di base
  • Cucina (tecniche di base)
  • Chimica
  • Microbiologia
  • Storia della cucina italiana e dei ricettari
  • Tecnologie alimentari
  • Foraging
  • Diritto
  • Management aziendale
  • Nutrizione
  • Analisi sensoriale
  • Sistemi di ristorazione
  • Sociologia e Antropologia
  • Comunicazione: guide, blog, web
  • Introduzione al vino e alle tecniche di degustazione
  • Condivisione esperienza tirocini
Didattica dei prodotti
  • Grassi alimentari
  • Uova, Latte, Pasticceria
  • Pesce
  • Carne
  • Verdure
  • Cereali
  • Spezie, coloniali e alcolici

Ognuno dei prodotti viene analizzato attraverso varie discipline, tra cui: Chimica degli alimenti, Microbiologia, Botanica, Tecnologie, Produzioni animali e vegetali, Storia, Testimonianze di chef e osti.

* Il piano di studi può essere soggetto a modifiche

+ Maggiori informazioni

I viaggi didattici permettono ai futuri cuochi di conoscere e approfondire le filiere e la trasformazione dei prodotti di un territorio.

Il corso prevede 2 viaggi didattici di una settimana ciascuno in due diverse regioni italiane e 5 visite didattiche di un giorno ciascuno in Piemonte e regioni limitrofe.

Le attività dei viaggi comprendono:

  • Lezioni con storici della cucina ed esperti locali nel campo enogastronomico.
  • Laboratori di cucina con cuochi e ristoratori.
  • Visite a produttori, aziende, mercati tradizionali, produttori dei Presìdi Slow Food, comunità del cibo, ristoratori ed altre realtà del settore enogastronomico.
  • Visite culturali di scoperta del territorio.

+ Maggiori informazioni

Osterie e ristoranti che collaborano con la Scuola, tenendo lezioni pratiche e ospitando gli studenti per i tirocini formativi.

mappa_osterie_ristoranti

elenco_osterie_ristoranti_scuola_cucina_ita

Il Career Office UNISG assiste gli studenti nel trovare aziende che abbiano un approccio contemporaneo al mondo del cibo e facilita la transizione dall’Università al contesto lavorativo.

L’ufficio svolge anche un continuo lavoro di monitoraggio e accompagnamento degli studenti dopo il corso, favorendo l’incontro tra i nuovi gastronomi e le realtà lavorative agroalimentari in cerca di figure professionali innovative e altamente competenti.

master_cucina_popolare_testimonials

+ Maggiori informazioni

L’importo della retta per il Master in Cucina Popolare Italiana di Qualità è di 12.500€, comprensivi di 400 euro corrispondenti a 4000 crediti caricati sulla tessera della mensa universitaria “Le Tavole Accademiche”.

Lavazza, che condivide il progetto Scuola di Cucina, intende sostenere gli studenti iscritti al Master, saldando la suddetta quota di 400 euro.

Pertanto, l’importo a saldo dovuto dagli studenti per l’iscrizione al Master è pari a 12.100 e comprende:

  • Tutte le attività didattiche e le esercitazioni pratiche
  • Materiale didattico (prevalentemente in formato digitale)
  • Viaggio, vitto e alloggio durante i viaggi didattici previsti nel piano didattico
  • Divisa cuoco Unisg
  • Utilizzo delle attrezzature e del kit utensili
  • L’accesso alla rete wifi in Università
  • La partecipazione a tutti gli eventi promossi dall’Università degli studi di Scienze Gastronomiche e Slow Food
  • La copertura assicurativa per la responsabilità civile degli studenti
  • Copertura assicurazione sanitaria per studenti non europei
  • I certificati rilasciati dalla Segreteria Studenti

La retta non comprende l’alloggio durante i mesi di permanenza a Pollenzo e durante i tirocini.


Versamento della Retta

Il versamento della retta annuale – 12.100€ – è suddiviso in tre rate, da pagarsi alle seguenti scadenze:

  1. Acconto: 2.000,00 Euro entro 8 giorni dal ricevimento della Comunicazione di Ammissione
  2. Prima rata: 5.500,00 Euro entro la settimana precedente la data di inizio del Master
  3. Seconda rata: 4.600,00 Euro entro il 28 febbraio 2017.

Maggiori informazioni sulla retta nell’ art. 4 nel seguente documento: Modalità di ammissione e iscrizione al Master di 1° livello in Cucina Popolare Italiana di Qualità.

Studenti in possesso di una laurea di I livello

L’iscrizione al Master è aperta a studenti in possesso di una laurea di I livello, oppure in fase di conseguimento. L’iscrizione al Master universitario in “Cucina Popolare Italiana di Qualità” è incompatibile con l’iscrizione ad altro corso di laurea, di laurea specialistica/magistrale, di dottorato di ricerca, di specializzazione e ad altri master universitari.


Candidati in possesso di diploma di scuola secondaria superiore o con esperienza professionale

Saranno ammessi a frequentare il Master in “Cucina Popolare Italiana di Qualità”, in qualità di partecipanti uditori, anche i candidati in possesso di diploma di scuola secondaria superiore con esperienza professionale e/o forte motivazione supportata da un curriculum personale nel settore enogastronomico.

Agli uditori verrà rilasciato un attestato di frequenza e un certificato del bilancio delle competenze acquisite.


Maggiori informazioni sui requisiti nel seguente documento: Modalità di ammissione e iscrizione al Master di 1° livello in Cucina Popolare Italiana di Qualità.

Nei primi mesi del 2014 chi ha ideato l’innovativo progetto della Scuola di Cucina di Pollenzo e dei due Master di Cucina sono stati:  il fondatore di Slow Food e dell’Università Carlo Petrini, la responsabile degli eventi gastronomici di Slow Food, Maura Biancotto, tre chef speciali Vittorio Fusari, Pier Giorgio Parini e Galdino Zara, due ex studenti dell’Università, Eugenio Signoroni (curatore della Guida Osterie d’Italia di Slow Food) e Lapo Querci (chef delle Tavole Accademiche) e la docente di Scienze Molecolari e di Basi Molecolari del Gusto,  Gabriella Morini.

+ Maggiori informazioni

La preiscrizione al Master in Cucina Popolare Italiana di Qualità, fase preliminare all’iscrizione, si effettua online e prevede:

  • la registrazione al sistema con i dati anagrafici
  • la compilazione del test motivazionale
  • il caricamento online della documentazione richiesta (Dossier)

+ Maggiori informazioni



Per info: [email protected]